Guida per una cottura a pressione sicura

Rilascio della pressione

La maggior parte della gente pensa che sia un grande rischio quello di cucinare con una pentola a pressione, quindi se anche tu hai paura di questo strumento, non esitare ad ammetterlo. Queste paure sono però infondate e continuando ad evitare la cottura a pressione non potrai mai godere delle migliore ricette che questo strumento è in grado di permetterti di preparare.

Questo post mette in evidenza il motivo per cui le pentole a pressione sono state temute per molto tempo, anche se sono dotati di caratteristiche di sicurezza uniche. Questo post ti aiuterà anche a gestire la pressione di cottura con la massima cura e sicurezza. Così, la prossima volta, quando si cucinerà il piatto preferito dei vostri figli, sarete soddisfatti di vederlo servito ben prima del tempo, prima che tornino dalla scuola.

Prima di passare alla sezione dei consigli su come rendere la cottura a pressione sicura, è meglio rimuovere le paure che ti bloccano dall’utilizzare questo strumento e alcuni dei miti associati.

I primi modelli

Il motivo principale per cui si ha paura di utilizzare una pentola per la cottura a pressione, è imputabile a tutte quelle storie che hai sentito raccontare dalla tua mamma o nonna. E la maggior parte di queste probabilmente erano del tutto vere.

Il fatto è che la cottura a pressione era molto popolare nelle aree di alta pressione, per lo più in Europa e Nord America. Inizialmente, erano pochissimi i produttori che sapevano come costruire realmente le pentole a pressione.

Dopo la seconda guerra mondiale, molte aziende che erano coinvolte nella produzione di armamenti e altri componenti utilizzati per la guerra, tentarono di fare fortuna nel settore manifatturiero delle pentole per la cucina a pressione. I primi modelli, quelli risalenti al dopoguerra, erano realizzati in alluminio e prodotti dal processo di fusione del metallo. Questo li ha resi vulnerabili ai danni e difetti vari.

Anche se sembravano nuovi, avevano tanti difetti e caratteristiche di sicurezza alquanto limitate. E’ proprio da quel periodo che le storie di pentole a pressione che scoppiavano iniziarono a divulgarsi e diventare popolari. Ancora oggi, alcuni produttori seguono le tecniche di produzione degli anni ’70 anni , vendendo prodotti a basso costo con il massimo rischio.

Caratteristiche di sicurezza nelle moderne pentole per la cottura a pressione

Il punto è abbastanza chiaro, non si dovrebbero cercare pentole per la cottura a pressione a basso costo, piuttosto dovresti optare per i migliori modelli che presentino caratteristiche di massima sicurezza. Le caratteristiche più importanti a cui dovresti fare attenzione sono le seguenti:

  1. Il corpo in acciaio inox

Il corpo delle pentole a pressione di seconda generazione è in acciaio inossidabile, diversamente da quelle in alluminio. L’acciaio è più resistente dell’alluminio e questo è il motivo principale per il quale i prodotti più recenti possono sopportare una pressione più elevata rispetto ai modelli più vecchi.

2. Durante la cottura a pressione

3. Cosa accade se lasci la pentola sul fuoco alto?

La pressione continua ad aumentare all’interno ma la guarnizione di rilascio viene spinta al di fuori ed il vapore in eccesso può essere espulso mantenendo la pressione entro limiti di sicurezza.

4. Altre caratteristiche

Ci sono altre caratteristiche secondarie di sicurezza, come manici lunghi, minore perdita di umidità, sistema di valvole secondarie per il rilascio di vapore e base incapsulata per rendere la cottura a pressione sicura e confortevole al 100%.

7 consigli per una cottura a pressione sicura

Venendo finalmente alla parte pratica, di seguito trovi alcuni suggerimenti per una cottura a pressione sicura che ti daranno una maggiore sicurezza durante la preparazione dei cibi:

1. Controlla accuratamente la tua pentola

Poiché ci sono tanti dispositivi di sicurezza, occorre essere sicuri che tutti lavorino perfettamente, prima di cucinare qualsiasi cosa.

2. Evita l’eccessivo riempimento

Invece di riempire eccessivamente la pentola assicurati di leggere le linee guida del produttore (che trovi nel manuale) e di seguirle. Ad ogni modo non dovresti mai superare i 2/3 della capacità massima della pentola per evitare che la valvola di sfiato si blocchi. Quando hai intenzione di cucinare fagioli e cereali invece, non riempirla per più della metà.

3. Il liquido è importante

Il cibo necessita del vapore per essere cotto. Mentre molte ricette per pentole a pressione indicano esattamente quanta acqua o altro liquido occorre versare, se stai eseguendo una tua personale ricetta, assicurati di utilizzare almeno mezza tazza di liquido (120-200 ml)

4. Non provare a friggere a pressione

L’olio è importante per la preparazione del cibo, ma in piccola quantità. Se aggiungi troppo olio, i vapori che questo rilascerebbe potrebbero danneggiare la guarnizione e altre parti interne.

5. Fai attenzione alla formazione di schiuma

La schiuma può bloccare le valvole e rendere difficoltosa lo sfogo del vapore. Quindi se hai intenzione di preparare pasta, piselli, farina d’avena, rabarbaro e salsa di mele, fai attenzione alla quantità e ai tempi di cottura indicati per la ricetta.

6. Rilascio della pressione

E’ possibile scaricare la pressione in 3 modi:

Fai in modo che le tue mani siano ben protette e che la faccia non sia molto vicina alla pentola durante le operazioni di rilascio della pressione

7. Pulizia

Infine, hai bisogno di eseguire le seguenti operazioni per una maggiore sicurezza:

Leggi anche:

 

 


Categorised in:

Comments are closed here.